insegnamenti nelle pagine

tratta da flcikr.com dall’album di ” Lorenzoclick”

avevo iniziato quel libro un sacco di volte. forse dal terzo anno di università. nel corso degli anni l’avevo riletto spesso – almeno dieci volte, era breve, una quarantina di pagine. ogni volta c’era un dettaglio diverso che mi colpiva. non so come fosse possibile, ma riuscivo sempre a trovare una lettura per quel periodo, un riferimento o un’insegnamento. come fosse possibile, non lo so. una storia semplice.

delle volte mi faccio prendere da quella sensazione di guardare troppo in là nel futuro. dove sarò? cosa starò facendo? e chi sarò? ecco, quando casco in queste domande spesso rischio di distruggermi, rendermi conto che gli obettivi di adesso sono ridicoli, fragili. mi sento senza una via. il problema è che vedo tutti che sanno dove vogliono andare. io no. e forse nemmeno loro, ma non lo diamo a vedere.

‘capitano, se lo ricorda l’ungherese?’ ‘sì, me lo ricordo. era enorme, credo sia il giocatore più fisico che abbia mai incontrato.’ ‘però alla fine l’avevate battuto?’ ‘nella partita della vita. dopo tanti anni penso che non ho mai corso così tanto. tutti a difendere, tutti ad attaccare. solo velocità. solo resistenza.’ ‘non prendeste nemmeno un gol e ne faceste uno a fine primo tempo e uno a fine secondo tempo.’ ‘già. era la nostra sola possibilità di giocarci quella finale, credo non sarebbe mai più accaduto’ ‘come la Grecia.’ ‘come la Grecia’

“…stava lì col suo sorriso…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: