far crollare i pilastri

tratta da flickr.com dall'album di "g4et4an"

Giulietta ama Romeo. ci sono delle situazioni che conosciamo e viviamo fin da quando siamo piccoli. sport, frequentazioni, amici, rituali sociali. e li sentiamo a loro modo perfetti, nel bene e nel male. possiamo pensare di migliorarli, ma non di cambiare idea a riguardo. insomma è difficile dopo 6 anni passati a praticare uno sport, tu capisca che sei portato per tutt’altra discipilina. l’idea di fondo di tante dimensioni della nostra vita è che dopo un assettamento iniziale, tendiamo ad essere abitudinari e non sapere più guardare oltre.

Giulietta e Romeo. Il mio professore di letteratura inglese alle superiori una volta ci disse: “ma ve li immaginate Romeo e Giluetta sposati e vecchi, seduti sulla poltrona a bere un brodino?”  no deve essere la risposta. perchè l’amore che c’è tra di loro è una fiamma, brucia tutto. non è l’amore eterno, anche se promesso. così io, spesso mi rendo conto che certe passioni, così forti all’inizio sono costrette a morire. e se non è così allora qualcosa non ha funzionato o non sta funzionando. badate bene, non sto parlando solo di rapporti sentimentali(di cui so ben poco) , ma di tanti altri aspetti della nostra vita(il lavoro, lo studio, le amicizie, lo sport…).

Giulietta senza Romeo. ci sono brevi momenti di lucidità in cui tutto diventa chiaro e le nostre categorie crollano: come se per un istante riuscissimo a vederci  da fuori da lontano. le nostre razionalizzazioni sfumano e le nostre paure diventano, spesso, le ragioni di un dubbio. a questo punto, quando ci è svelata la verità abbiamo due strade. restare fermi e capire che la vita comunque va avanti e un futuro c’è. O rompere tutto, far crollare i pilastri e ricominciare a vivere. c’è però un problema. più a lungo siamo stati, possiamo dire, intrappolati più a lungo  le nostre ‘fondamenta’ e le basi della nostra vita sono situate proprio là. così è vero che se distruggi una casa ne puoi costruire un domani una migliore, ma c’è il rischio che nel demolirla si danneggi qualcosa di te, e che non sempre si ha quella forza per voler ricominciare.

“…la strada è buia se prima non guardi dentro te…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: