mi basta poter sperare

tratta da flickr.com dall'album di "Racchio"

io ci voglio credere che sia possibile andare oltre. io ci devo credere che non mi posso fermare qua, dove tutto è nebbia. dove tutto è freddo. avere la speranza di poterlo saltare quel fosso, lo stesso di una volta? non so.  mi basta la speranza, che non parta già all’inizio sapendo che ho perso, è diverso sapere che hai perso o che perderai…perchè, nonostante tutto, almeno sei sceso in campo. ti sei beccato un 4 a 0 ma ci hai provato. spesso ti dici che tanto valeva non provarci, che era meglio ritirarsi, ma poi… poi magari pareggi, magari te ne esci con un 2a1 che ti tira su il morale, hai perso, ma hai segnato. non sei un inetto. la prossima volta andrà meglio! torvala la prossima volta.

oggi camminavo per strada e ho visto uno spettacolo stupendo, il sole basso che illuminava di rosa e di rosso le nuvole, il cielo limpido, l’aria fresca attorno. sono rimasto 10 secondi a fissare quelle colline, svuotando il cervello. poi si è di nuovo riempidto di domande le solite, quelle a cui mai puoi dare risposta, però in quei dieci secondi di infinito qualcosa mi è stato chiaro. come se ti si accendesse per un istante una luce che spiegassse tutto, che lega assieme l’oggi e il domani. come se quel tramonto ti aesse portato in una dimensione oltre il tempo, in cui capisci cosa sei e per un solo istante riesci a vederti da fuori. ma come Pietro sulle acque ache tu appena ten e rendi conto e hai pura..cadi, crossi e torni al mondo normale. lasciando uqel tramonto a sè e la tua vita passata.

la verità è che siamo una ruota di scorta, in senso buono. la verità è che la nostra grandezza sta nell’esserci senza fare troppe domande, senza avere troppe pretese. quanti di noi vorrebbero essere il centro del mondo? ma non è così. non lo saremo mai, per nessuno. certo l’amore ce ne dà l’impressione, ma quello che sogno è un sistema a due in perfetto equilibrio: le giuste distanze con attrazioni.  che non vuol dire fermi. in movimento ma stabili. ecco le relazioni sono come dei sistemi e, forse, a studiarli ti rendi conto che prolungando la soluzione questa se ne scappa via…capita. purtroppo.

“…si bagna la fiamma, rimane la cera…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: