assuefazione

tratta da flicrk.com dall'album di "Di felizberto - Emmanuel Avetta"

E ‘ come se non riuscissi a descrivere la realtà. Non che ti mancano le parole, ma per come la percepisci. Non riesci a vedere nessun aspetto dominante, come se si fosse azzerato l’evento, poteva anche non accadere. Cosa ci sta dietro a tutto?! sapere dove cade il sasso, le certezze di cui abbbiamo bisogno sono di questo tipo: certe per eventi fortuiti. A volte è questione di attimi, di inezie e il sistema, che non è stabile cambia radicalemnte il corso degli eventi. La vita non è commutativa nè invertibile, eventi in ordine diverso non possono portare allo stesso risultato, nè è possibile rendere nullo un evento, al massimo sarà trascurabile.

come passa in fretta il tempo, nemmeno ce ne accorgiamo. Siamo in mezzo al pieno dei nostri giorni e ci sembrano pasasre così, come stelle cadenti. Così quando i mometni liberi si riducono inizi a riscoprire piaceri semplici, che erano diventati ormai privi di significato: una pizza a casa di amici, un film di pomeriggio, colazione, ascoltare la radio, fare una passeggiata. Tutte cose fini a se stesse, tutte azioni da assaporare lentamente nel loro trascorrere, che ti portano ad essere grato di tutto quello che il mondo ti dà.

la cura dei particolari per i piccoli oggetti. Come se quel libro potesse darti davvero una spinta in più. Cosa faremo oggi?! A volte ci capita di sentirci soli, ma un po’ di piace anche, perchè ci fa eroi del nulla. Ma riflettendoci ci tocca ammettere che senza gli “altri” noi non saremmo mai nulla, senza una relazione coi nostri simili chi mai potremmo pensare di essere?! Penso che la mia più grande paura se dovessi naufragare su un’isola sarebbe di non ricordarmi le persone, di vivere per sempre da solo, senza il ricordo.

“…we are young, we are strong…”

Annunci

2 Responses to assuefazione

  1. Gabbo ha detto:

    Incredibilmente stavolta mi hai convinto.
    “senza gli “altri” noi non saremmo mai nulla”

    • =Luca= ha detto:

      questa conta come “pillola del giorno”.
      Comunque pensa a questo… persino Robinson Crosue riesce a farsi bastare lui nell’isola (Venerdì è una sorta di appendice) perchè era qualcuno in società.
      Pensa a Cast Away…dove trova Tom Hanks la forza, ma soprattutto la volontà di vivere, in lei.

      Penso che se non fossimo circondati da persone che ci vogliono più o meno bene, che ci odiano, che non ci sopportano non potremmo mai renderci conto di cosa vuol dire vivere.

      In una relazione la cosa peggiore non è “non sopportarsi”, ma “non considerarsi”. Nel primo caso vuol dire che qualcosa valiamo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: