Prima colonna – ottobre ’09

Articolo tratto da “L’intruglio”:

Carissimi lettori, un grande saluto a tutti! Ed eccomi qua “schiaffato” in prima pagina! E che dire?! Incominciamo, le presentazioni non servono. L’importante è l’articolo no?!

Non ho in mente di proporvi un qualche tema da seguire mese per mese, perché poi tanto so già che a dicembre ne troverei uno migliore e mi verrebbe voglia di cambiarlo. Quindi ogni numero sarà una sorpresa…e che sorpresa!! Beh, ora basta preamboli, incominciamo…

Ottobre
. Ottobre l’ho sempre trovato un mese strano e terribilmente faticoso e di sicuro il clima non dà una mano; soprattutto quando ti svegli alle sette e fuori è grigio, freddo e buio. Bisogna adattarsi, all’anno nuovo, quello di scuola, lavoro e università!
Già, perché dopo l’estate tutti gli equilibri che eravamo riusciti a creare si sono spezzati. Dobbiamo ricostruirci quella routine che tante volte ci salva la vita, che ci fa stare in piedi anche quando le cose vanno per conto loro…per abitudine!
Lo vedo anche all’oratorio… inizia a crearsi un ritmo tra i gruppi pomeridiani, il doposcuola, la pallavolo, la psicomotricità, i laboratori teatrali, i corsi di chitarra e tutto il resto che ruota attorno.

Penso che uno dei tanti aspetti che rimane intorpidito dalle vacanze è, spesso, la preghiera. In estate tendiamo a stabilizzarci, a non avere grosse occasioni di spunti di riflessione. E poi è tutto relativo a quella dimensione spazio-temporale che ci vede al mare, in montagna, in giro, ma comunque non nelle nostre vite.
Così penso che sia giusto mettersi un po’ in crisi e cercare dove poter migliorare nel nostro cammino di fede, che per ognuno è diverso, siamo tutti a tappe diverse, e nessuno è in testa. Allora cerchiamo di ingegnarci, di trovare un metodo per regolarci, per non lasciare che il deserto dell’irregolarità ci prosciughi.

Chi si vergognerà di me e delle mie parole, di lui si vergognerà il Figlio dell`uomo, quando verrà nella gloria sua e del Padre e degli angeli santi. (Lc 9,26)

E qua sta a noi darci da fare… come? Di sicuro il primo passo è prendere in mano la Bibbia. Ed “incontrare” ogni giorno un passo o un brano diverso… cercare di ricominciare a parlare col Signore. Il fatto è che tornare alle nostre vite implica anche un tornare a quegli impegni che ci riempiono le giornate, e poi finisce che Gesù lo trattiamo come una F1 al pit-stop: di fretta.

Non
è una questione di tempo, nè di parole, né di luoghi, né di orari… ma di cuore. E allora mentre cerchiamo di regolarci abituandoci ai nuovi orari e attività che vogliamo fare, cerchiamo di ritagliare anche un tempo per noi, per la preghiera… è quello l’unico passo per incominciare l’anno e per non rimanere indietro, spaesati.

Pregando poi, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate. Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli […](Mt, 7-10)

Ma se chiediamo aiuto a Gesù, Lui saprà di sicuro cosa dirci. E non abbiamo paura di iniziare camminando, a correre subito si perdono le forze e ci si ritira dalla gara: non sono le batterie dei 100metri, è la maratona, quella della vita. Non possiamo rischiare di ritirarci: siamo solo a ottobre, e prima che arrivino le vacanze ne passerà di tempo, e la voglia non sarà sempre la stessa. Quindi stiamo sicuri che dovremmo affrontarli dei momenti di incertezza e dubbio, ma se saldamente appoggiati ad una fede quotidiana si possono superare tutti i problemi.

Buon inizio anno a tutti!!

Annunci

One Response to Prima colonna – ottobre ’09

  1. Gabriele ha detto:

    Un grande autore cristiano del nostro tempo diceva qualcosa che suonava come “Si impara a pregare bene solo pregando tanto”…

    …e sfogliando le pagine della Bibbia si trova anche “Pregate incessantemente” (1 Ts 5,17).

    Sono due frasi che mi hanno sempre colpito perchè “incessantemente” significa trasformare ogni cosa in preghiera di lode, di gratitudine e di offerta. Volevo condividerle con chi leggerà le tue righe così piacevolmente profonde.

    Grazie… e buon anno a te e a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: