soffitto e sonno

tratta da flickr.com dallalbum di poluz

tratta da flickr.com dall'album di "poluz"

la stanza era buia. Era notte e fuori c’erano poche luci accese. Ma quel ticchettio di orologio mi teneva sveglio, costante e alternato. Tic, Tac. Così non riuscivo a prendere sonno, a sincronizzarmi. Perchè qualunque rumore è accettabile, l’importante è che sia ritmato e non costante. Ci avete mai pensato che ci addormentiamo con la musica, sui treni, nei tragitti lunghi. Ma difficilmetnte riusciamo ad addormentarci vicino a un oggetto che ogni 15 secondi fa un rumore forte! Ma quella sera quel ticchettio era troppo forte, ero troppo sensibile. Come il personaggio di Poe e del cadavere murato. Allora il mio sguardo era rivolto al soffitto.

Non siamo mai abbastanza grati delle occasioni. Ne vogliamo sempre di più! Allora poi non sappiamo nemmeno più cosa chiedere d’altro. PErchè alle volte ci sono dei punti di non ritorno, dove non è più reversibile la nostra posizione. Salvo stravolgere tutto l’equilibrio. E’ che è questione di logica, di aspettative. Sempre più spesso non è la cosa più bella quella migliore per la situazione in generale. Non è l’analisi dove sommando infiniti infinitesimi si arriva all‘unità. Alle volte si arriverà a un risultato minore che non se si fossero sommate meno situazioni.

Nel soffitto vedevo la giornata che scorreva, poi vedevo la settimana, poi il mese, poi le vacanze. Un quadro generale. Ed è allora che tutto mi fu più chiaro, come sono stato scemo. stupido. O come direbbe Sciascia “cretino”. L’eterno ritorno, la ciclicità delal vita, quella che non ci aspettiamo. E che… ci riporta sempre indietro. a fare la stessa strada sai dove sono i trabocchetti, ma la meta è sempre la stessa. Un girotondo infinito a cercare quella meta che… ora è sul soffitto, chiara limipida e regolare come una promessa. ma era solo un sogno. Finalmente dormivo

“…the first kick I took was when I hit the ground…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: