dormire

e fuori le luci si spengono… piano piano! non improvvisamente, in maniera discreta, prima una poi l’altra! il sole è sorto ormai da tanto, e la luna è là in cielo. Buio, e il freddo sembra oscurare tutto di più, ma rende più nitidi i contorni nell’ombra della notte. Così ognuno va a dormire quando è giunta la sua ora, e come una telcamera che fa panoramiche veloci siamo in varie case, e ognuno fa la sua ultima azione poi va a dormire, per rincominciare domani la sua gioranta e finirla, chissà, come oggi.

Chi sta finendo il capitolo di un libro che gli hanno da poco regalato. Chi si ascolta una canzone soft e a cui è legato. Chi piange per sfogare tutta la rabbia che non può mostrare al di fuori delle sue coperte. Chi abbraccia la sua metà o la prende per mano. Chi guarda il soffitto e le luci dei lampioni che vanno a sbatterci addosso.

questi sono i piccoli momenti della vita in cui il tempo sembra che sia inesistente… tutto è scandito da quei rumori di assestamento, scricchiolii e cigolii. Siamo solo noi avvolti nel buio della nostra stanza a fissare il vuoto, a cercare una posizione comoda e rilassante, che ci faccia prendere sonno. E quando la posizione è torvata gli attimi corrono, e ci addormentiamo senza nemmeno accorgerci, come cadendo nel vuoto, per poi risveglairci e non renderci conto del tempo che è passato…

“…con due parole e una bombola spray…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: