albero

e siamo di nuovo qua. l’illusione dell’oggi ci ha portato a sperare in un domani migliore, più felice. Ma è sempre la stessa stessa storia, anno dopo anno, mese dopo mese. L’importante è non cadere nella spirale. Non farsi trascinare. Perchè è allora che saremmo spacciati. In quanto ogni volta che provassimo ad uscire ne saremmo di nuovo assorbiti. Come un’infintia spirale che si stringe sempre di più, ma non termina mai….se però riusciamo ad uscirne, beh…l’importante è non caderci, per abitudine, errore, o desiderio.

Camminavo ogni giorno in quel parco… e vedevo sempre le stesse scene, ma ogni volta in maniera diversa. Poi c’era sempre quell’albero, là da non so quanto, che se ne stava fermo su quella collinetta. Da solo, perchè non era in piano e tutti gli altri alberi avrebbero fatto fatica a crescere. Chissà come mai lui ce l’ha fatta. Ma ora è lì, saldo, con profonde radici e gli occchi sul fiume. Spoglio però, perchè siamo in autunno…e ormai dopo la pioggia e il vento le foglie se ne stanno a terra… ma lui è lì!

a volte penso che sia questione di fortuna… che non ci sia un motivo razionale dietro alle opportunità della vita. Cioè c’è, ma per noi è inconoscibile… e allora è fortuna, o provvidenza. Sul momento sono diverse, ma alla fine sono la stessa cosa(anni dopo…). A volte penso che sia questione di equilibrio e che forse un rapporto si rinsaldi un po’ da una parte e un po’ dall’altra…a momenti alterni. Ma c’è sempre.

La nebbia spesso si diffonde nell’ambiente con forme strane e in modo del tutto casuale. Circonda gli oggetti e li deforma leggermente. Già… i contorni sono sfumati. E a volte a camminarci in mezzo ci sentiamo protetti da una sottile barriera. Il freddo che ci arriva dappertutto avvolgendoci ci fa sentire vivi. Come si sentirà il nostro albero? là, solo. Con attorno la nebbia e quella vista sull’acqua socata da un sottile strato di nebbia? chissà. Lui è sempre fermo e saldo, ha freddo, senza foglie sopra. Coi rami spogli. Ma sta bene, perchè dentro continua a vivere, e anche se la sua corazza è svanita…lui dentro ha qualcosa.

A volte ti capita di trovarti in situazioni che non sai spiegarti, ceh sono assurde e che fanno si che si possa fare qualcosa che normalmente non avresti mai fatto. Ma dopo che le hai fatte scopri che era solo un blocco il tuo…un piccolo scalino. E che non ci voleva molto a superarlo. A volte è l’abitudine che ci influenza, ci cimpedisce di uscirne…e di fare scelte pulite. Ma quando si fanno, ci si sente sempre meglio, comqunque vada, perchè ci sentiamo liberi di aver scelto!

“…è uno di quei giorni che ti prende la malinconia, beato te…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: