Una questione privata

Una questione privata, Beppe Fenoglio (Einaudi, 1963)

E’ la storia di Milton, giovane partigiano badogliano, si ritrova durante un giro di controllo davanti alla casa in cui è nato l’amore per la giovane torinese Fulvia. Da quel momento decide di cercarla, ma scopre che lei si è innamorata dell’amico comune Giorgio. A questo punto Milton vuole scoprire la verità, solo che Giorgio è stato catturato dai Fascisti. Tutta la narrazione, il nucleo centrale, volge sul fatto di cercare Giorgio per liberarlo e chiarire. Ma alla fine tutto rimarrà insoluto.

Fenoglio ci regala uno spaccato della vita partigiana davvero bello. Ogni singolo dettaglio di vita militare si sente che è vissuto e sentito. Non ci sono arricchimenti artistici, lo stile è essenziale: perchè la guerra non ha tempo per le belle frasi. La psicologia dei personaggi è molto ben descritta, e si rispecchia un po’ di autobiografismo nel personaggio di Milton.

Molto ben strutturati sono i flashback su Fulvia. E anche i dialoghi tra milton e i partigiani o abitanti del posto. L’aria della resistenza si respira appieno, le città sono le stesse di Pavese. Piccolo no il mondo?!

Forse nella ricerca di Milton ci sta quella di ognuno di noi. Un chiarimento che necessitiamo, ma che non arriva. Allora corriamo a cercarlo, lo rincorriamo, e rischiamo. In guerra si rischia tutto, non si può puntare solo metà: c’è in ballo tutta la vita. E così anche nella vita forse dovremmo puntare semrpe tutto. Per poi ritrovarci senza nulal e ricominciare da zero, o con più di prima e andare avanti.

Annunci

5 Responses to Una questione privata

  1. Godot ha detto:

    Ciao mi chiamo Godot… grazie per il post… mi hai incuriosito domani quasi quasi vado a comprarmi il libro 😀

  2. =Luca= ha detto:

    wow!! comunque è un libro leggero e breve, in qualche giorno lo si legge tranquillamente!! se ti piace il neorealismo è davvero particolare, da leggere…

    ciao

  3. Godot ha detto:

    A me piace tutto! Non tendo a legarmi a un genere preciso… dopo averlo letto ti faccio sapere 🙂 Se ti va vieni a trovarmi anche tu sul mio blog!

  4. Godot ha detto:

    L’ho comprato e l’ho letto! Sì effettivamente il libro va giù come niente fosse… un modo leggero per presentare quella che è fondamentalmente la “ricerca della verità” sebbene di una verità peronale (o “privata”) con in sottofondo la guerra… e la ricerca dei partigiani di una soluzione. L’unica cosa, forse che va a discapito del libro… è il “non finale” e non perchè io sia una patita delle conclusioni… piuttosto perchè si capiva sin da subito che alla fine ci si sarebbe trovati punto e da capo!
    Comunque grazie per il consiglio! 😉

  5. Max ha detto:

    Ciao , non ho mai letto questo libro ma non escludo di acquistarlo.
    Ottimo post.. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: