Questo porto

Questo intervento è speciale. Già perchè è l’ultimo che faccio da questo limbo, tra le superiori e l’università! Domani si inizia! Si passa da Josè Arcadio Buendìa ad essere Aureliano Buendia, il colonnelo. Ma quella è solitudine, cent’anni…
“quando è il momento che una cosa accada bisogna lasciare che qeusta accada”

Penso sempre al destino, al fattto che non ci possiamo mai opporre. Che tutto è al di sopra di ogni nostro controllo. E’ vero abbiamo una scelta, ma le opzioni sono già date. Per 5 anni di latino(7 se vogliamo contare le medie, ma non è vero latino) ho spesso incontrato una parola “fortuna”. I professori mi rompevano sempre le scatole, perchè la fortuna latina è il fato, il destino, la dea bendata insomma. E così all fine la mia raffinata traduzione era: “fortuna…in senso latino”.

Spesso non ci rendiamo conto che  le cose brutte accadono e fanno da base per il nostro futuro, migliore. Oggi soffriamo e domani sorrideremo. Passiamo attraverso molte tempeste e per poi ripararci al caldo della nostra vita. Ma i momenti belli sono passeggeri. Perchè la vita è dinamica...in continuo movimento! E quandi tutto si rimette in discussione. Nulla è in equilibrio definitivo. Penso a certe litigate che ho fatto e a come ora il rapporto si è rafforzato! Già, perchè il futuro è una grande incognita.

“e a votle ci vuole un po’ di tempo per rendersene conto vero?”

Già! perchè non possiamo chiudere gli occhi e serrarli davanti alla vita. A votle succede qualcosa di forte, che passa e prende tutto. Ci lascia totalmente paralizzati e ammutoliti. Non vogliamo ammettere che sia successo, non ci vogliamo confrontare con noi stessi, con quello che pensiamo veramente. Ci autoilludiamo, ed è la nostra morte! Ma saper reagire, è quella la difficoltà. La prova da superare.

Non sentirsi mai arrivati, è il segreto della vita. Per sentirsi vivi tutti i gironi. A votle ci fermiamo per una piccola sosta, ma poi bisogna continuare il nostro viaggio nel mare della vita.

Domani così si inizia. E basta coi sogni, le speranze, le paure, le illusioni e tutto il resto…poche storie domani “Analisi I”, come avrebe detto il buon vecchio Robotti.Mi sento come un capitano che sta partendo per l’ennesimo viaggio con la sua nave. Ma è una nave speciale, che ha 19 anni di viaggi sulle spalle. Ha vagato in porti più o meno sicuri, un po’ ovunque. Ed ora è pronta per incominciare una traversata che si preannuncia pericolosa, o per lo meno diversa dalle altre. MA se non ci fossero sempre nuove difficoltà, finiremmo per vivere una vita piatta.

“…Genova è un’idea come un’altra…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: