Achab

In lotta sempre

Save a tutti carissimi lettori del mio blog, ecco qui il personaggio del mese, il capitano Achab…nemico di Moby Dick. Ora vi proporrò una piccola sua scheda e poi il perchè l’ho scelto…se avete pazienza leggete e commentate…

“È un grand’uomo, senza religione ma simile a un dio, il capitano Achab; non parla molto, ma quando parla farai bene ad ascoltarlo. Attento, ti avviso in anticipo: Achab è al di sopra del normale, Achab è stato all’università fra i cannibali…”.

AchabIn questo modo un po’ sintetico Peleg descrive Achab, il capitano del Pequod. È un uomo abbastanza particolare, a partire dal suo aspetto fisico: oltre alla nota gamba mancante a causa di uno scontro con Moby Dick, ha una cicatrice che nasce dai capelli grigi, che percorre un lato del volto e del collo per poi scomparire sotto i vestiti.

E’ solito fumare la pipa per calmarsi, ma da quando si è allontanato dalla terraferma per la sua ultima crociera si accorge che la pipa perde quella funzione catartica, al punto che decide di gettarla in mare e di non fumare più. È una persona lunatica che vuole un’obbedienza assoluta ed immediata e per ottenerla si rivolge al suo equipaggio con ferocia o con gentilezza.

 

L’odio che prova nei confronti della Balena Bianca nasce dopo il suo incidente: solo qualche giorno dopo, quando le ferite del suo corpo e quelle del suo animo si furono fuse insieme, iniziò a provare rancore, impazzì, pazzia che però riuscì a nascondere bene.

E’ una vendetta che per lui è necessaria perché aveva attribuito a Moby Dick tutte le sue sofferenze, fisiche e psicologiche e soprattutto queste rappresentano per lui un muro che lo schiaccia e che lo soffoca, muro che deve essere abbattuto a tutti i costi, anche mettendo a repentaglio la vita di tutte le persone sulla nave.

Achab non accetta di vivere con un moncherino al posto della gamba e si arrabbia quando questa situazione gli impedisce di fare qualcosa. Nessuno sul Pequod vuole che prenda parte alla caccia a causa della sua menomazione alla gamba, ma lui lo fa lo stesso; si costruisce, infatti, la lancia da solo.

Oltre a lavorare da solo alla lancia, forgia da sé il suo rampone che batteeza con il sangue dei suoi .Il capitano del Pequod ha un carattere scostante, raramente parla con qualcuno o si lascia andare a confidenze, gli unici personaggi che riescono ad instaurare un rapporto con lui sono Starbuck e Pip. A quest’ultimo Achab offre la possibilità di vivere nella sua cabina, dato che si sente profondamente legato al ragazzo forse perché anche lui si era imbarcato giovanissimo.

Uno dei momenti più indicativi che riguarda la vita di questo personaggio è sicuramente la sua confessione fatta a Starbuck proprio prima di iniziare la caccia. È lì che vediamo un Achab umano, un Achab che si fa persino vedere piangere.

Achab morirà poi nello scontro finale contro la balena, lancerà il suo arpione, ma il mostro gigante si ritorcerà cosntro di lui e Acha si vedrà ingoiato dalle profondità dell’oceano assieme alla sua nave.

========================

Achab, il nostro prode capitano ha subito da giovane, alla mia età uno scontro con la balena, nè è usicto vivo, ma senza una gamba…e ora il suo obiettivo è riuscire a vendicarsi!
Certo è un personaggio assolutamente negativo, pieno di difetti, ma con un suo fascino. Mi ha sempre trasmesso un senso di determinazione e coraggio che spesso mi mancano. A volte bisognerebbe essere forti, un po’ pazzi e tanto determniati per superare i veri ostacoli, invece io mi rifugio in me stesso, continuo a soffrire e aspettare che il tempo risolva.
Ma a volte è prorpio difficile…Achab qualunque sia la situazione prende l’arpione e combatte, per me purtroppo non è così semplice. Ogni volta, però, che penso a questo capitano, vedo il mare aperto, la tristezza, la desolazione; ma allo stesso tempo il coraggio e la determinazione, l’arroganza di sfidare il destino e poi, alla fine di uscirne sconfitto.Ma ha lottato con tutto il cuore per provare a farcela.
Nella mia vita di momenti in cui mi sono sentito veramente sconfitto ce ne sono stati, non tanti, ma qualcuno si e ha lasciato brutte cicatrici che ancora adesso “vedo”.
Ci sono però quei momenti dove ti vorresti ritirare, ma continui a lottare perchè non sei ababstanza codardo da sventolare bandiera bianca: certo ormai hai perso, ma almeno farlo come Leonida con dignità…Achab fà lo stesso, sa già che parte sconfitto, se ne rende conto anche durante il libro, ma è troppo acciecato dalla follia e dalla rabbia per ragionare! Non dico che bisogni persistere nelle prorpie sconfitte, anzi, da loro bisogna imparare e cambiare! Ma non è neanche bello farsi affondare senza almeno capire come! Achab lotta perchè ha capito il “come”!
Sconfitto ormai lo sei già, ti rimane solo da uscirne a testa alta e non passivo e succube della situazione, ritrovando dalle tue ceneri la forza per andare avanti…
Oggi sto per imbarcarmi sulla barca della mia vita in mare  aperto alla caccia di una fine che ho sempre vissuto con rabbia, la scola, è sempre stata comunque una battaglia, dove bisgonava sopravvivere, anche Achab parte, ma poi non torna. Vediamo di imparare da lui a combattere, ma di uscirne vincitore da questo lungo viaggio che l’anno ci propone.

“…il capitano Achab non torna più dal viaggio contro l’impossibile…”

=======================

Così oggi, 9 settembre siamo pronti per riniziare la scuola, e per l’ultima volta!!WOw che impressione, si vabbè, dopo ci sarà l’università e tutto il resto, ma la quinta  ha un suo sapore. Domani inizia l’ultimo anno, la quinta, che emozione ma anche che tristezza, fà veramente impressione!! Speriamo di pasasre un anno bello e pieno di vita e begli amici come quello appena vissuto.

“Fiumi, poi campi, poi l’alba era viola, bianche le torri che infine toccò”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: